Come ottenere il visto

IL VISTO PER L’AUSTRALIA

 

Volete andare in vacanza in Australia?

È necessario avere un visto, ma è molto facile procurarselo. Chi possiede un passaporto rilasciato in Italia (o in un altro paese dell’Unione Europea, Andorra, Islanda, Liechtenstein, Monaco, Norvegia, San Marino, Svizzera o Città del Vaticano) può infatti richiedere gratuitamente on line un visto turistico per trascorrere una vacanza in Australia.

Se si intende soggiornare in Australia fino a un massimo di 3 mesi, infatti, non è necessario contattare l’ambasciata italiana né presentare richiesta di visto presso un’ambasciata australiana. Tutti i cittadini possessori di passaporto italiano (o degli altri paesi indicati sopra) possono richiedere gratuitamente on line un visto turistico con validità di 3 mesi, denominato eVisitor. Questa è la procedura più semplice per ottenere un visto turistico.

 

Grazie al moderno sistema elettronico di visto australiano, infatti, non è necessario disporre di etichetta con visto apposta sul passaporto per dimostrare lo stato di immigrazione e il possesso dei requisiti necessari per l’ingresso in Australia. Quando effettuerete il check-in per un volo diretto in Australia, il personale della compagnia aerea utilizzerà il vostro passaporto per confermare elettronicamente il diritto di viaggio prima dell’imbarco sull’aereo.

Il modulo di richiesta on line dell’eVisitor è disponibile unicamente in lingua inglese. Di seguito vi spiego passo passo come procedere, cosicché anche chi non sa l’inglese possa richiedere il visto in autonomia.

 

 

PROCEDURA PER OTTENERE IL VISTO TURISTICO

 

Registrazione all’Immigrazione

Prima di procedere alla compilazione della richiesta del visto, è necessario registrarsi all’Immigrazione.

Pertanto bisogna andare al link https://online.immi.gov.au/lusc/login e cliccare su “Create ImmiAccount”.

A questo punto bisogna compilare il formulario con tutti i dati richiesti (nome, cognome ecc.); al fondo vengono proposte le solite domande standard per la sicurezza e/o il recupero della password, ma gli australiani non si accontentano di una sola: e devono essere tutte diverse, non provate la tattica di scegliere sempre la stessa, perché poi vi blocca e vi fa tornare indietro. Barrate la casella a fianco di “Use my email address”, così le comunicazioni vi arriveranno tramite la vostra casella di posta elettronica. Infine cliccate su “Continue”.

Vi arriverà una mail con un link da selezionare per attivare l’account.

 

Visto eVisitor

A questo punto selezionate “New application”, scegliete “Visitor” e la voce “evisitor (651)”. I passaggi successivi sono “I agree” (acconsento) e “Next” (successivo).

Compilate il formulario con tutti i dati richiesti (Passport issue = data di rilascio del passaporto; expiry = scadenza). Alle voci “Visa grant number” e Visa label” non mettete nulla. Sotto dovete indicare altri paesi di cui avete la cittadinanza, se è il vostro caso. C’è poi un paragrafo che vi chiede se siete conosciuti con altri nomi, soprannomi ecc.: normalmente va risposto “no”. Alla voce “Purpose” scegliete “Tourist”. Infine cliccate sul “Next”.

Rileggete e verificate tutti i dati, quindi confermate e cliccate su “Next”.

Inserite l’indirizzo di residenza e procedete con “Next”.

Alle prossime tre domande rispondete “Yes”, poi proseguite con “Next”, “Submit”, “Submit now”.

Cliccate su “Print Tax Invoice”, così stamperete la fattura del pagamento delle tasse per la richiesta. La fattura è a zero, naturalmente, perché la richiesta del visto è gratuita. Il solito “Next” e poi “Go to my account” per verificare lo stato della pratica e infine “Logout”.

Riceverete una mail che conferma la vostra richiesta.

 

In ogni momento potete andare a verificare lo stato della pratica facendo il Login (con la mail e la password scelta) allo stesso link che avete già utilizzato: https://online.immi.gov.au/lusc/login cliccando su “Continue”.

 

 

ETA (Electronic Travel Authority)

Qualora non sia possibile utilizzare la richiesta online per l’eVisitor, potrete richiedere un ETA presso la vostra agenzia di viaggi locale.

 

L’ETA è simile al visto eVisitor. Entrambi consentono infatti di soggiornare in Australia per un periodo fino a 3 mesi. La differenza principale tra i due tipi di visto riguarda il costo e la sede presso la quale presentare la richiesta.

 

È possibile richiedere un ETA tramite numerose agenzie di viaggio in tutto il mondo, che generalmente applicano una commissione per la fornitura di tale servizio.

L’ETA è un visto elettronico. Sul passaporto non vengono apposti timbri né etichette. Al check-in il personale della compagnia aerea può verificare elettronicamente se il passeggero è autorizzato all’imbarco su un volo diretto in Australia. L’ETA è collegato al passaporto specifico usato per la richiesta del visto. Se si ottiene un nuovo passaporto (o se si intende fare il viaggio in Australia con un altro passaporto) è necessario richiedere un nuovo ETA per il passaporto in questione. Se viene concesso un nuovo ETA, questo sostituirà automaticamente tutti i visti ETA ottenuti in precedenza.

 

Per maggiori informazioni potete consultare il sito web dell’ambasciata italiana a Londra: http://www.uk.embassy.gov.au/lhlh/IMMI_holiday_info_italian.html

 

One Comment

  • Get the facts

    I just want to tell you that I’m beginner to blogs and honestly loved your web-site. Very likely I’m planning to bookmark your website . You actually have outstanding articles and reviews. Bless you for sharing your website page.

Post A Comment